Maratona di Istanbul - di Stefano Danieli

Carissimi amici,

Domenica 17 novembre 2013 sono ritornato sullo scenario internazionale e intercontinentale (!) prendendo parte alla 35ma edizione della bella maratona di Istanbul.

Il via dalla sponda asiatica del Bosforo ha immediatamente fatto riaffiorare alla mia mente ricordi e immagini della partenza della maratona di New York dal ponte di Verrazzano, alcuni anni orsono.

A Istanbul il numero dei partenti era certamente inferiore (circa 3000 per la maratona e circa 9000 per le distanze minori), ma organizzazione e ospitalita’ non hanno per nulla sfigurato.

Le condizioni meteo erano buone: sole e non troppo freddo. Il vento, con cui mi sono abituato a convivere quasi perennemente in Azerbaijan, non era pero’ del tutto trascurabile.

Il percorso di gara si e’ prevalentemente snodato sugli ampi viali che fronteggiano il mare, costeggiando numerosissime moschee, giardini ben curati, porzioni delle mura antiche della citta’ e attraversando qualche noioso quartiere moderno. Da citare, fra i luoghi di interesse sul percorso, anche lo stadio del Besiktas dove qualche mese prima avevo assistito a un concerto degli Iron Maiden!
Il traffico e’ stato totalmente interrotto e i ristori si sono rivelati efficienti. Purtroppo, gli spettatori erano pochini.

L’ultima decina di km, con le gambe ovviamente stanche, e’ stata resa ancor piu’ impegnativa dal vento contrario e dalla salita finale per guadagnare lo spettacolare traguardo collocato nella spianata delle bellissime moschea Blu e Santa Sofia.
Il mio tempo finale e’ stato di 3.05.30 in 84ma posizione assoluta.

A prescindere dalla manifestazione podistica, Istanbul merita assolutamente una visita.
Non mancano i luoghi di interesse storico, i mercati sono vivacissimi e coloratissimi, la gente e’ ospitale e sorridente, la cucina decisamente gustosa.
La confusione, i rumori, i colori, i profumi, le diverse genti e culture conferiscono alla citta’ un fascino particolare effettivamente a meta’ fra oriente e occidente.

Auguri di buon anno e buone corse a tutti!
Baku, 02.01.14

Stefano Danieli