Mezza del Riso - di Stefano Danieli

Cari amici,

finalmente ho di nuovo un pettorale attaccato alla mia canotta e mi riaffaccio al mondo delle gare proprio nella mia città!

Dopo alcuni mesi di preparazione non perfetta causa qualche infortunio di troppo e il contesto geografico non certamente stimolante in cui sono solito allenarmi, eccomi al via della Mezza Maratona del Riso di Vercelli, edizione 1o maggio 2013.

Anche se conosco bene il percorso di gara, anche se gli iscritti  alla mezza sono meno di 300, mi sento piuttosto euforico.

E’ una bella giornata di sole, la temperatura è gradevolmente tiepida, ma sono un po’ in ansia per la mia non ottimale condizione atletica.

Riuscirò a finire la gara non troppo distrutto? La cosa più importante, tuttavia, è essere di nuovo alla linea di partenza.

E poi, il paesaggio delle risaie vercellesi è sempre di gran fascino, in ogni stagione dell’anno. Quindi, mal che vada, mi godrò serenamente lo spettacolo dei campi allagati.

Parto forte, forse troppo forte, ma le gambe girano incredibilmente bene.

Lasciata la città, al primo cavalcavia scambio un saluto con il Presidente di Sesia Running, Francesco, in versione rollerblade.

Fra Desana e Asigliano comincio a patire il primo caldo primaverile e il mio ritmo cala un poco. Rallento ulteriormente fra Asigliano e Vercelli per via di un fastidioso vento contrario, ma che mi regala un po’ di refrigerio. Gli ultimi due chilometri sono  interminabili…

Riesco comunque a chiudere la gara, con mia grande sorpresa,  in 20ma posizione assoluta.

L’organizzazione non è stata certamente impeccabile, in particolare in occasione dei pochi, ma mal segnalati, bivi. Mi sono però divertito e al traguardo già stavo pensando alla prossima gara!

Buone corse a tutti!

Stefano Danieli